Calci e pugni a Carabinieri, arrestato pregiudicato nigeriano a San Cataldo

6

carabinieri1CALTANISSETTA – Nel pomeriggio del 9 gennaio 2016, i Carabinieri della Tenenza di Caltanissetta sono intervenuti, su richiesta di più cittadini al 112, all’esterno del supermercato “Eurospin” di Contrada Bigini di San Cataldo, ove era stato segnalato il comportamento molesto da parte di uno straniero che con la pretesa di ricevere l’elemosina stava infastidendo i clienti del supermercato.
Giunta sul posto la pattuglia di San Cataldo constatava che uno straniero stava litigando con un cliente e con la guardia giurata del supermercato. Alla vista dei militari lo straniero tentava di fuggire per non farsi identificare, ma i Carabinieri riuscivano a bloccarlo. Ciò non calmava l’esagitato che iniziava a colpire i Carabinieri con calci e pugni, il tutto davanti a decine di testimoni. Con l’aiuto di un’altra pattuglia giunta nel frattempo da Caltanissetta, i Carabinieri riuscivano a bloccare e arrestare lo straniero, poi identificato in AKPOKIGHE Emmanuel, nigeriano di 35 anni, pregiudicato. Lo straniero è stato poi ristretto quella sera stessa agli arresti domiciliari per i reati di lesioni personali aggravate e resistenza a Pubblico Ufficiale, mentre due Carabinieri sono dovuti ricorrere alle cure del caso presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Caltanissetta, venendo dimessi con svariati giorni di prognosi a causa delle lesioni riportate.
La mattina seguente AKPOKIGHE è evaso dagli arresti domiciliari e si è recato nuovamente presso il parcheggio del supermercato Eurospin, dove iniziava nuovamente ad infastidire i clienti. Il pregiudicato è stato nuovamente arrestato dai Carabinieri di San Cataldo e Caltanissetta. Questa volta è stato ristretto in carcere a Caltanissetta.
Ieri mattina gli arresti sono stati convalidati e AKPOKIGHE Emmanuel è ancora ristretto in carcere in attesa del processo per direttissima che si svolgerà venerdì mattina.

Condividi

6 Commenti

  1. Non potremmo dare all’amore quella chance?
    Perché non potremmo darla all’amore?
    Perché amore è una parola così sorpassata…
    l’amore ti sfida a prenderti cura della gente sull’orlo del baratro
    l’amore ti sfida a cambiare il modo di avere cura di noi stessi
    Questo è il nostro ultimo ballo
    Questo è il nostro ultimo ballo
    Questi siamo noi
    Sotto pressione

  2. Impressionante, vedere come Caltanissetta, e tutta la sua provincia e stata abbandonata dalle istituzioni Politiche ed Amministrative, vedere soggetti, delle forze dell’ordine, che rischiano la vita, per protteggerci, Servizi pubblici arranciati, come L’ufficio immigrazzione Della Questura Di Caltanissetta, Vi immaginate per esempio Verrebbero degli investitori Stranieri, ed per mettersi in Regola, verrebbero mandati a Pian del Lago, per un qualsiasi visto, ad attendere, oppure Consultare per avere informazioni in generale, bel bigletto da visita, Chissi Scappano di Caltanissetta, l’egoismo ed il menefreghismo dell’istituzione politica ed amministrativa e impressionante, Speriamo questi politici, che parlano di Economia, Lavoro, Sicurezza, Euopa Unita, possano fare qualcosa Mi pare tutta una propaganda, Caltanissetta era Una piccola Svizzera, Ora Negozi che chiudono,Crisi Totale, sempre per lo stesso Motivo, Siamo stati abbandonati dalle istituzioni politiche ed amministrative, dicono che Siamo in europa, in Tutti quei paese sviluppati della Comunità Europea danno L’idennità di disoccupazzione, noi Niente, parlano sempre Comunità Europea, solo per i Loro Comodi, Comunque di Un’erba, non si fà un fascio, io ho visto personalemte che la maggior parte di Immigrati sono Tutte Brave persone che scappano dalla Morte, dalla Dittatura e dalla Guerra, e Giusto che Vengano aiutate, ora vi saluto a Tutti …

  3. Salve a tutti, in riferimento all’articolo di cui sopra, Del Fatto Nisseno
    di conseguanza Commento, la situazione sta diventando insostenibile, ed l’incolumità delle persone e seriamente in pericolo, I Politici della provincia di Caltanissetta, dovrebbero intervenire, nel fare tramite gli strumenti previsti legge, dalla stessa Politica, fare rafforzare i controlli di Polizia, nel nostro territorio, faccio presente, oltre all’articolo di cui sopra, un’altro fatto grave, sulla gestione dell’immigrazione in Generale, oltre all’articolo di cui sopra, L’ufficio di Polizia, Immigrazione ed Immigrazione Clandestina e Unico, io da circa 3 anni che per motivi personali, ho avuto il bisogno di recarmi in questo Ufficio, Sito a Pian del Lago, Detto Centro per L’emergenza sull’immigrazzione Clandestina, dei Profughi, ove si trova L’ufficio distaccato di Questura, per La Gestione dell’imigrazzione Clandestina,ed pateticamente in un unico Ufficio, con tanto di Barriere, e sbarre di Protezione, insomma un Clima di Tipo Militare, essendo un’ufficio di Emergenza sull’immigrazione stessa, queste persone già stressate, per i fatti che sappiamo Tutti, giustamente devono affrontare delle file molto lunghe,essendo in tanti, E Patetico che L’organo Competente, non abbia mai pensato, che la Gestione dell’ufficio Immigrazzione della Polizia di Stato e Anomala, in questo modo, nell’affrontare la Realtà della stessa Emergenza Immigrazione Clandestina, ed la Realtà di Normali Cittadini Italiani, Europei ed Altri Eccetera,che hanno bisogno di servizi dell’ufficio stesso, L’istituzione Politica ed Aministrativa, come mai non ha pensato di dividere L’ufficio Immigrazione della Polizia di Stato in due percorsi Separati, tra di loro, vi faccio un esempio viene un Ospite, per motivi di Turismo, oppure motivi di Lavoro, Investimet, deve obbligatoriamente andare al Centro Per L’immigrazione Di Pian del Lago, ed Attendere in base alla Fila 3,4,5 ore prima di una semplice consultazione, questo e Gravissimo, con il riscio di prendere anche Botte, gli immigrati vivono una realtà stressata, dall’emarginazione ad altro, con tutto il rispetto, io penso che non mi sembra giusto che l’ufficio di Polizia sull’immigrazione possa gestire tutta la situazione in Generale, Faccio Un’Appello all’Onorevole Alessandro Pagano, ed al Ministro Dell’Interno Angelino Alfano, nel risolvere questi problemi gravi, che possono rallentare anche il turismo, Economia ed altro, Chiedo un’intervento nel Riorganizzare l’ufficio di Polizia sulla Immigrazione, diviso in due Uffici Separati, uno per gestire la stessa Emergenza Immigrazzione, ed L’altro ufficio per L’immigrazione Standard, questo appello non solo e rivolto ad Alfano e Pagano, a tutti i Politici del Consorzio Della provincia Di Caltanissetta ricordandogli, che non si devono dimenticare, dei Loro elettor,i ed di tutti i Cittadini Italiani .

  4. Mandarlo a casa sua con estrema urgenza….No? Pure le spese di detenzione e processo? Ma siamo in italia e noi qua riabilitiamo tutti, ma proprio tutto figuriamoci un profugo che gode del favore dei falsi perbenisti, pacifisti, e cazzate varie….

  5. Perchè non affidarlo alle cure degli operatori del Centro di Pian dl Lago o dell’IPAB di San Cataldo? E magari gli affidiamo anche i molestatori della consigliera di San Cataldo o i violentatori della ragazza anch’essa di San Cataldo. Così la prossima volta che promuovono manifestazioni per l’integrazione avranno anche esperienze da raccontare…

  6. Siamo arrivati al punto che neppure nei supermercati ci si può recare tranquillamente, questa non è la disponibilità dell’ accoglienza ma l’ arroganza della pretesa di chi non conosce regole e disconosce qualsiasi autorità, ivi compresa quella delle nostre forze dell’ordine , che vengono spesso aggrediti, da questi graditi ospiti.

Comments are closed.