Legge di stabilità, Pagano (AP): “Sanare pasticcio su rientro cervelli”

0

pagano2_640x436ROMA – “Gia’ nel passaggio al Senato della legge di stabilita’ occorre intervenire per estendere i benefici per il ‘rientro dei cervelli’ in Italia e per sanare il pasticcio emerso con le norme contenute nel decreto sull’internazionalizzazione d imprese. E’ stato un errore involontario cancellare la proroga degli sgravi fiscali previsti dalla legge ‘controesodo’ del 2010, al quale si deve porre rimedio”. Lo afferma il capogruppo di Area popolare in commissione Finanze alla Camera, Alessandro Pagano, che aggiunge: “Siamo certi che da parte delle relatrici Federica Chiavaroli e Magda Zanoni ci sara’ la giusta sensibilita’ per venire incontro alle esigenze dei nostri cervelli all’estero, di cui negli ultimi cinque anni ne sono rientrati in Italia oltre 10mila. Si tratta tra l’altro di una operazione a costo zero per lo Stato, considerato che parliamo comunque di nuovi potenziali contribuenti. Tutto grasso che cola quindi per il fisco italiano”.
Per Pagano “e’ chiaro che, in quest’ottica, coloro che vogliono far rientro in Italia devono essere poi compensati da un robusto abbattimento fiscale, altrimenti non accetterebbero mai compensi piu’ bassi che mediamente si Pagano in Italia. In merito, l’impegno del governo e anche del Parlamento c’e’ stato, e la legge di stabilita’ e’ il veicolo normativo giusto, visto che i giovani professionisti si vedrebbero precludere i loro diritti il 31 dicembre prossimo. I nostri migliori ragazzi la prossima futura classe dirigente d’Italia non si tocca”.