Italia, “regno” delle Sette: 11mila richieste di aiuto in 14 anni. Esorcista: ‘Halloween non è non solo affari, è la festa del diavolo

0

sette satanichePer i bambini è la festa del “dolcetto o scherzetto”, ma lo “scherzetto” è del diavolo: è quanto sottolinea don Aldo Buonaiuto, sacerdote esorcista, esperto di demonologia e coordinatore del Servizio AntiSette della Comunità Papa Giovanni XXIII, nel libro “Halloween. Lo scherzetto del diavolo” (Sempre Comunicazione), presentato oggi pomeriggio a Roma. Se dietro al boom della festa delle zucche c’è soprattutto un business economico, oltre 7 miliardi di dollari negli Usa e più di 400 milioni di euro in Europa, per il prete esorcista a preoccupare debbono essere i collegamenti della festa con “i riti pagani, a tratti luciferini”.

Il business su Halloween prende sempre più piede anche in Italia: 325mila gli esercizi commerciali coinvolti. Nella sola Lombardia – sempre secondo i dati della Comunità Giovanni XXIII – sono 50mila tra bar, ristoranti, cartolerie e altri negozi che vedono impennare le vendite legate all’evento del 15% D’altronde il mondo dell’occulto è sempre più in crescita anche in Italia. Secondo il Servizio AntiSette della stessa Comunità, che ha anche un numero verde, le richieste di aiuto, da parte di persone cadute nella ‘rete’, sono passate dalle 43 del 2002 alle 1.502 dell’anno scorso; nel 2015 le richieste di assistenza sono fino ad oggi a quota 1.238 e il servizio ha registrato complessivamente, nei suoi quattordici anni di attività, 11.154 chiamate. L’Osservatorio segnala che, se le cosiddette ‘psicosette’, centri spirituali che si presentano come sostegno al miglioramento del sé ma che nascondono dinamiche di soggiogamento psicologico, si confermano il fenomeno più diffuso (41% del totale delle sette), quest’anno si è registrata “una crescita dei culti estremi, satanismo, spiritismo, stregoneria”, che rappresentano attualmente una setta su tre.

Halloween – conclude don Buonaiuto – “è un fenomeno in contrasto con il cristianesimo, dai tratti pagani, se non luciferini. Il retaggio culturale è antico, risale al tempo dei druidi e dei celti e al culto del dio della morte (Samhain). Halloween, allora, è lo scherzetto del diavolo: dietro l’allegra carnevalata, c’è l’universo oscuro dell’orrore e del male, la vittoria della morte sulla vita, il gusto dell’orrido e delle tenebre”. Halloween “non è una semplice pagliacciata a tinte noir. È necessario vegliare intorno a questo fenomeno cercando di non banalizzarne le possibili conseguenze, soprattutto sulle menti più fragili”. (Fonte ansa.it)

Condividi