“La Catturandi. La verità oltre le fiction. Segreti e misteri delle indagini antimafia”: la presentazione a Caltanissetta, venerdì 5 dicembre

0

libro-catturandi-2CALTANISSETTA – Sarà presentato venerdì 5 dicembre 2014 alle ore 19 presso il Ristorante “Sale e Pepe” di Caltanissetta in C.so Umberto I, 146 il nuovo libro “La Catturandi. La verità oltre le fiction. Segreti e misteri delle indagini antimafia” (Dario Flaccovio Editore) del poliziotto palermitano in incognito I.M.D. I.M.D. è poliziotto, scrittore, criminologo e sindacalista. Laureato alla facoltà di Scienze politiche all’Università degli Studi di Palermo, Master di II livello a Roma in Criminologia e Scienze della pubblica amministrazione, da più di quindici anni è un investigatore della Squadra Mobile di Palermo. Ha partecipato insieme ai suoi compagni della sezione Catturandi all’arresto di boss mafiosi tra i quali Giovanni Brusca, Bernardo Provenzano, Salvatore e Sandro Lo Piccolo, Vito Vitale, Gianni Nicchi. Pluridecorato, promosso per tre volte per merito straordinario, oggi si occupa di mafie straniere e di prostituzione. Per Dario Flaccovio Editore ha già pubblicato: Catturandi (2009), 100% sbirro (2010 con Raffaella Catalano) e Dragoni e Lupare (2011).

“Leggendo il racconto e le riflessioni di I.M.D. ci si appassiona alla bellezza dell’Antimafia; quella vera, quella vissuta, con serietà e senso dei propri limiti, ma, allo stesso tempo, come “missione” in favore del prossimo”. (Tratto dalla prefazione di Antonino Di Matteo).

Alla presentazione interverranno: Giovanbattista Tona, consigliere della Corte d’Appello di Caltanissetta, Piero Carà, avvocato. Modererà l’evento Fabrizio Dellutri, perito informatico in campo penale.

Al termine dell’evento gli intervenuti potranno intrattenersi con l’autore del libro ascoltando la musica proposta dalla violinista Laura Gallo e assaporando i piatti proposti dal Ristorante “Sale e Pepe” che devolverà parte degli incassi all’Associazione Voglia di vivere O.N.L.U.S Comunità alloggio per minori “Rocco Chinnici”, bene confiscato alla mafia.

Condividi