San Cataldo. Il Comune ha nominato la Commissione di controllo della mensa scolastica.

0

mensa4SAN CATALDO. L’amministrazione comunale, tramite il responsabile del procedimento, ha nominato la commissione di controllo della mensa scolastica. L’organismo avrà il compito di vigilare sulla qualità dei pasti che saranno erogati alla popolazione scolastica nel corso dell’anno. E’ il Comune che gestisce il servizio di refezione scolastica nelle scuole dell’infanzia. Tale servizio, affidato al Consorzio Sociale Glicine, consiste nella preparazione di pasti caldi nei centri di cottura ubicati in alcune scuole e la conseguente veicolazione dei pasti preparati nei  centri  che ne sono privi. Il Direttore Didattico del 1° Circolo ha comunicato al Comune i nominativi per il rinnovo della Commissione di controllo mensa. Si tratta dell’insegnante Terrana Maria Grazia per il plesso “Carducci”, dell’insegnante Provenzano Gabriella per il plesso “Belvedere”, dell’insegnante Macaluso Grazia per il plesso “Lambruschini”, dell’insegnante Giammusso Santa per il plesso “Corso Unità D’Italia”, dell’insegnante Guagenti Francesca per il plesso “Cattaneo”, del genitore Ferrara Elisa  per il plesso “Carducci”, del genitore Mazza Simonetta per il plesso “Belvedere”, del genitore Costanzo Michela  per il plesso “Lambruschini”, del genitore Dolcemascolo Maira Carmelinda  per il plesso “Cattaneo”, del genitore Greco Maria Debora per il plesso “Corso Unità D’Italia”. L’amministrazione comunale, ovviamente, nel ritenere opportuno dotarsi anche per quest’anno della commissione al fine di migliorare il servizio e creare un valido collegamento tra l’utenza e l’amministrazione comunale, ha pertanto proceduto alla nomina della Commissione di Controllo Mensa nelle persone designate dal Direttore Dittatico del 1° Circolo. E’ previsto che alla commissione sarà vietato qualsiasi forma di contatto diretto e indiretto con le sostanze alimentari, attrezzature e suppellettili, limitandosi ad assistere alle diverse fasi della preparazione e della somministrazione dei pasti, senza intralciare il corretto svolgimento di fasi particolarmente a rischio igienico-sanitario evitando di procedere a prelievo di sostanze alimentari. La Commissione mensa non potrà, per nessuna ragione, richiamare il personale di cucina o modificare in modo autonomo il menù scolastico. Sarà cura della commissione verbalizzare le ispezioni eseguite e trasmettere copia dei verbali al Comune. La commissione resterà in carica per il periodo dell’erogazione del servizio, e cioè per tutto l’anno scolastico 2014/15.

 

 

Condividi