Caltanissetta, centro del tennis mondiale: dal 7 al 15 giugno. In gara 5 top 100

5
Filippo Volandri
Filippo Volandri

CALTANISSETTA – Caltanissetta nell’olimpo del panorama mondiale dei tornei challenger. Montepremi aumentato da 85.000 a 106.500 euro, e la diretta della finale (domenica 15 giugno ore 18) su Supertennis, il popolarissimo canale della Fit. Inoltre un sostanziale ampliamento dei posti a sedere riservati agli spettatori. Queste alcune delle principali novità della XVI edizione Torneo Internazionale Città di Caltanissetta, secondo in Italia per importanza solo agli Internazionali d’Italia, in programma sui campi in terra rossa di Villa Amedeo dal 7 al 15 giugno 2014, ingresso gratuito.

Cinque giocatori tra i primi cento del mondo iscritti e spagnoli grandi favoriti come vuole la tradizione per le gare sulla terra battuta.

In questa settimana, il torneo siciliano sarà la prova su terra battuta più importante al mondo, dal momento che il calendario Atp dei tornei del circuito maggiore, prevede solo tornei  sull’erba. Un motivo di vanto per il comitato organizzatore composto dal presidente del Tc Caltanissetta, Michele Trobia e dal direttore del torneo, Giorgio Giordano. E’ stato possibile confermare anche quest’anno l’evento nisseno, anche grazie al prezioso contribuito da parte del Comune e di alcuni sponsor privati, su tutti la società ravennate Cmc

In base alla lista diffusa ieri dall’Atp, sono al momento cinque, in attesa delle wild card, i tennisti iscritti tra i primi cento al mondo. Quattro di essi sono spagnoli.

In base alla classifica il primo è Albert Montanes, numero 61 Atp, 33 anni, con un best ranking nel 2010 da numero 22. In carriera ha vinto 6 titoli del circuito maggiore. In ordine di tempo l’ultimo se lo è aggiudicato a Nizza nel 2013. Sono invece 5 le finali al suo attivo.

Seguono a ruota tre suoi connazionali, Pablo Andujar, n. 69, ma 33 nel 2012. Fino ad oggi, in tornei del circuito maggiore ha collezionato due vittorie, in entrambi i casi a Casablanca nel 2011 e nel  2012. Per il ventottenne tennista spagnolo il 2014 ha portato in dote i quarti a Buenos Aires e le semifinali a Rio de Janeiro, dove ha ceduto solo al tiebreak del terzo set al campione spagnolo Rafa Nadal.

Gli altri due spagnoli tra i primi 100  presenti in Sicilia, saranno Pablo Carreno Busta, 70 Atp e Pere Riba, numero 85.

Non mancheranno di entusiasmare gli sportivi siciliani, i tennisti azzurri, su tutti il veterano Filippo Volandri, 32 anni, per anni autentico pilastro della squadra azzurra di Davis.

Il forte giocatore nato a Livorno, dal  2007 al 2008 è stato stabilmente tra i primi 40 al mondo, toccando nel luglio 2007 il best ranking al numero 25. Il tennista toscano in carriera ha collezionato, a livello Atp, le vittorie a Palermo e San Poelten e ben 7 finali, due a Palermo e Umago e poi  quelle a Bucarest, San Paolo e Buenos Aires. Nella sua carriera vanta vittorie eccellenti, su tutte quella contro lo svizzero Roger Federer nel 2007, anno nel quale al Foro Italico ha raggiunto le semifinali, battendo anche il ceco Berdych.

Giocherà a Caltanissetta anche il trentaduenne campano Potito Starace, semifinalista lo scorso anno sul centrale di Villa Amedeo. Anche lui come Volandri, nei suoi momenti migliori ha regalato tante gioie al tennis di casa nostra. Il suo best ranking risale al 2007 quando raggiunse la ventisettesima posizione mondiale. Vanta quattro finali nel circuito maggiore, Casablanca, Umago, Valencia e Kitzbhuel.

A rappresentare i colori azzurri nel tabellone principale del challenger di Caltanissetta, anche il ventiseienne canturino Andrea Arnaboldi, numero 174, il talentuoso pugliese Thomas Fabbiano, 25 anni e numero 168. Grande attesa infine degli appassionati siciliani per l’astro nascente del tennis italiano, vale a dire il ventunenne palermitano, Marco Cecchinato, 153 al mondo, che nei giorni scorsi ha giocato il primo turno del tabellone principale a Roma, dal quale è uscito a testa alta rendendo dura la vita all’olandese Sijsling (n. 52 Atp). Il palermitano quest’anno ha già vinto due tornei Futures e nel luglio 2013 si è imposto nel challenger di San Marino, la sua prima vittoria in una prova di questo circuito.

Un altro giocatore da tenere d’occhio sarà il ventiseienne mancino spagnolo Albert Ramos, oggi numero 115, ma nel 2012 numero 38.

Il torneo nisseno, è l’unica manifestazione nel calendario sportivo siciliano a catturare l’interesse da parte della stampa mondiale. Tra le novità di questa edizione, oltre al già citato aumento di montepremi, vi è anche un altro aspetto che fa fede alla promessa fatta durante la finale dello scorso anno, ovvero l’ampliamento dei posti a sedere sul centrale. Saranno 400 posti in più ricavati con la realizzazione di strutture mobili sul lato opposto a quello delle tribunette naturali già  esistenti. Un motivo di rispetto per tanti appassionati costretti negli anni passati a seguire in piedi le partite più appassionanti. Una soluzione che permetterà una portata di ben oltre 1200-1300 posti a sedere per uno spettacolo di grande qualità e  gratuito.  Inoltre, grazie al potenziamento dell’impianto di illuminazione del secondo campo, adiacente al centrale, potranno disputarsi più partite nelle sessioni notturne.

Altra nota di rilievo è la diretta della finale, domenica 15 giugno alle 18. Sarà trasmessa dal canale tematico della Fit, Supertennis (satellite canale 224, digitale canale 64). Un momento di grande ribalta televisiva per tutta la città di Caltanissetta.

Nei prossimi giorni gli organizzatori cercheranno di piazzare qualche “colpo a sorpresa” , grazie anche al prezioso contributo del consulente tecnico Giorgio Tarantola, che sta dando una mano al direttore Giorgio Giordano, per quanto concerne i rapporti con l’Atp. Il Supervisor del torneo, anche quest’anno sarà Carmelo Di Dio.

La conferenza stampa di presentazione del Challenger “Città di Caltanissetta” è in programma martedì 3 giugno, alle ore 11, presso i locali del tennis club Villa Amedeo.

5 Commenti

  1. Salve,
    un domanda: si potrà assistere a tutte le partite del torneo gratuitamente o bisognerà acquistare dei biglietti?

  2. …uno dei pochissimi eventi che porta alla ribalta Caltanissetta non per i maxi-processi di mafia e non per i fatti di cronaca nera. Grazie a tutti coloro che ne rendono possibile l’organizzazione e lo svolgimento. Ma un grazie particolare va all’insostituibile presidente Michele Trobia.

    P.S. Spero che durante l’edizione qualcuno si ricordi del compianto Gabriele Giunta educatissimo ed entusiasta socio del TC Caltanissetta venuto a mancare recentemente.

  3. ho imparato a giocare a tennis 60 anni fa nei campi di villa Amedeo, antico e bellissimo ricordo.
    Il ricordo più bello: la doccia di fine partita (per mancanza d’acqua a casa mia la doccia era un desiderio non sempre appagato).
    Molti complimenti ai gestori del club e agli organizzatori del torneo, seguirò in TV la finale con molta nostalgia.

    .

  4. Sono veramente felice di questo importantissimo evento a livello nazionale. La diretta su Supertennis permetterà non solo di poter far vedere la finale in tv a tanti nisseni ormai lontano da Caltanissetta (come me) ma anche di dare una’incredibile visibilità alla città.

  5. Questo è l’appuntamento sportivo più importante della storia di Caltanissetta.
    GRAZIE al presidente del Tc Caltanissetta Michele Trobia, al direttore del torneo Giorgio Giordano, al Comune e a tutti gli sponsor con in testa la CMC.
    XVI edizione Torneo Internazionale Città di Caltanissetta ORGOGLIO dei nisseni.

Comments are closed.