Caltanissetta, la citta della solidarietà “facile”: per Firrone e il Vigile Urbano neanche un comunicato

28

imagesIUTVM0LLCALTANISSETTA – Piena solidarietà all’assessore alla Solidarietà Giuseppe Firrone, noi lo abbiamo già scritto ma vogliamo ribadirlo vista che da nessuno è stata spesa una parola. L’episodio increscioso verificatosi nella Sala Gialla, con l’indegna rissa conseguente, è stato sostanzialmente ignorato da tutte le forze politiche, movimenti, poli civici, associazioni varie, consiglieri comunali, deputati regionali e nazionali. Nessuno, è sottolineiamo NESSUNO, ha speso una parola, ha inviato un comunicato. Sicuramente non è da uno scritto che si evince la solidarietà, ma ricordiamo che in passato, nella nostra redazione, ad esempio quando il governatore Rosario Crocetta ebbe l’incidente automobilistico, da Caltanissetta giunsero attestati di stima da parte di tutti: che attenzione che mostrarono allora i politici nisseni. Invece a oggi, sabato 25 gennaio, a oltre ventiquattro ore dall’accaduto, grave e indecoroso, che ha “ferito” la sala del Comune di Caltanissetta, tutti tacciono. Se qualcuno avesse voluto un ulteriore esempio della mediocrità della classe politica nissena, eccolo servito.

Condividi

28 Commenti

  1. Per tutti quelli che difendono il sindaco e questa amministrazione di M……..A dovete sapere che quando voleva essere votato aveva promesso che sistemava gli ex RMI invece di quanté che ce lui le cose sono andate più indietro ” bello onesto”. Non dico che quello che é successo alla sala gialla sia giusto perche con la violenza non si risolve niente ma sono povera gente che e stata presa in giro dai signori del comune per portare un pezzo di pane a casa,tanto i signori il bello stipendio lo prendono al mese e rompono alla povera gente e se la prendono pure comoda.io vorrei mettere alla prova a tutti quelli che parlano senza sapere niente e che parlano d’invidia come se quelli del RDM prenderebbero 2000 euro al mese li vorrei mettere proprio alla prova se non prenderebbero uno stipendio con una famiglia alle spalle’….ma fatemi il favore’…..guardate gli stipendi dei dirigenti e parlate su loro invece di spettegolare sulla povera gente che lavora senza essere nemmeno a regola e per quando riguarda questi imbrogli che dicono sono solo peli nella uovo che sono andati a scovare.chiudo

  2. Quanti “e se fosse stato di sinistra? A quest’ora?”. A quest’ora se fosse stato di sinistra era già bello e sepolto da un pezzo…come è capitato svariate volte in passato, non ultimo proprio qui a Caltanissetta.
    Se fosse stato di sinistra, quelli di sinistra avrebbero fatto i loro inutili comunicatini di circostanza e quelli di destra sarebbero rimasti come al solito muti e omertosi. Anzi, probabilmente si sarebbero scagliati, come sono soliti fare, come degli avvoltoi famelici sulle carcasse ancora al sole per ricavarne un qualche profitto personale.
    La verità bisogna dirla tutta cari miei. Sicuramente questa era un’azione da fare, quella di togliere 200 euro a chi non li merita, ma non chimatela azione coraggiosa. E’ un’azione di ordinaria amministrazione, nulla di più. Di coraggioso non c’è proprio nulla. Se non le uscite che leggo in questo giornale.
    Poi, cari signori, mi dovete spiegare una cosa. Come si può anche lontanamente pensare e pretendere di dare l’appoggio a un’amministrazione che nemmeno pochi giorni prima aveva regalato 2500 euro al mese ai suoi più fedeli adepti (in ottica puramente preelettorale), e subito dopo toglie un altrettanto regalo di 200 euro al mese a gente che, elettoralmente parlando, non interessano ne a Campisi ne alla povera “vittima” Firrone.
    Vogliamo continuare a fare il gioco del “e se fosse stato”? Rispondete a questo allora. E se quei lavoratori fossero stati di destra? Staremmo ancora a parlare di queste amenità in questo giornale?

    • Gentile Sig. Buonismo, sono d’accordo con Lei su – E’ un’azione di ordinaria amministrazione, nulla di più.- ma sul resto nutro perplessità.
      Lei lancia gratuitamente asserzioni che mi spiace non sono veritiere, l’ R M I ricevono stanziamenti dalla Regione, non spetta al Comune elargire provvidenze per questa fascia di popolazione, anzi hanno, la Giunta Campisi, fatto di più per sopperire ai ritardi della Regione stanziando 200 euro pro capite solo agli aventi diritto, non recuperabili e quindi a fondo perduto, e quindi hanno dato non tolto.
      Ah, in merito alla “ordinaria amministrazione”, mi e si faccia spiegare dalla decennale precedente giunta come vanno gestiti a norma di legge i fondi per RMI, senza favoritismi; anche per capire meglio i fatti di oggi.
      E poi, la prego non faccia sarcasmo, non sono questi i momenti giusti per farlo, abbiamo chi più, chi meno problemi di sussistenza da risolvere giorno per giorno, per perdere tempo a leggere inesattezze da qualunque parte provengano, non crede!?

  3. Sig sanalitro dovrebbero essere tutti come lei e come quelli che sono corretti. Ma lei lo saprà meglio di noi che molti rmi non hanno fatto dichiarazioni oneste e che non essendoci controlli si permettono di fare cose che poi screditano tutti e diventa facile purtroppo dire che sono tutti cosi. Ad ogni modo se uno e’ corretto e onesto non vedo cosa rischia e sicuramente non farà parte di quelli che hanno alzato le mani e fatto la voce grossa . L ‘ assessore e’il ultimo che vorrebbe problemi , la pessima gestione di questo contributo o sussidio non sta nelle scelte Dell assessore ma come viene organizzato il bando. Buona giornata e x lei persona onesta le auguro tanta fortuna x una qualità di vita migliore.

  4. Ma qualcuno si è dimenticato che si vota a maggio, il che vuol dire che quest’amministrazione governa da 4 anni e mezzo, durante i quali non ha fatto nulla per scoperchiare lo scandalo rmi, e che ci pensa a 4 mesi scarsi dal voto?

      • ma scusa, nei 5 di opposizione che doveva fare? invece campisi in 4 anni e mezzo (a parte il risveglio pre elettorale) che ha fatto?

    • Non è corretto sostenere la tesi delle votazioni, credo che la Sig.ra Giuliana abbia dimenticato gli aventi “dell’assessorato alla solidarietà” in cui si sono avvicendati più assessori che autonomamente si sono dimessi – senza fare nulla di positivo -. Il problema r m i, signora Giuliana, è dallo scorso anno all’attenzione del nuovo assessore.
      E gli strumenti di verifica delle idonietà -obbligatori per chi elargisce denaro pubblico-, sono stati messi in atto NON per l’ R M I, ma per TUTTO quanto concerne le elargizioni a qualsiasi titolo che sborsa tale assessorato, quindi noi. Non credo che a qualcuno possa venire in mente di prendere calci e pugni solo per -scoperchiare ….- a quattro mesi dal voto, ne si può pensare che per attuare legalità e trasparenza così tanto richiesta dalla gente e dalle norme di legge, si debba mettere in pericolo la propria incolumità.

  5. Caro Totino, mi auguro che un atto di prepotenza e inciviltà non lo facciamo diventare una questione politica. Il Sindaco e l’Assessore in questa situazione stanno mantenendo una giusta è doverosa posizione. Su tante altre cose , onestamente, ho un pensiero diverso. Ribadisco con forza che tutta la Società civile deve indignarsi a questi atti di prepotenza tra l’altro manifestati anche con arroganza in tv . Anzi qualora queste persone persistono è opportuno denunciarli alla Magistratura per accertare i reali requisiti idonei.

  6. Ha ragione Tal dei Tali, se la vittima era espressione della Sinatra a quest’ora pure la scorta richiedevano, ma la sacrosanta verità è che questi briganti il sussidio poi diventato stipendio glieli ha abituati 10 anni di governo cittadino di sinistra. Gli hanno consentito con false dichiarazioni di usufruire di sussidi che non gli spettavano, Campisi assieme ai suoi assessori che tutti criticano hanno avuto gli attributi di scoperchiare tutto e fare giustizia anche dubentando impopolari. Finalmente possiamo dire di essere orgogliosi di avere amministratori che lavorano nella trasparenza garandendo giustizia a tutti coloro che il sussidio gli spetta veramente.

  7. La redazione ha ragione, ha evidenziato uno status pericoloso di semi menefreghismo , permettimi di aggiungere che questi famosi rmi, percepiscono soldi con imbroglio, hanno falsificato una dichiarazione per cui rischiano da 1 a 5 anni di galera per falso, e inoltre si assentano dal lavoro o non vanno presentando certificati e sembra che vadano a fare altri lavori, insomma bene si opera se si leva il marcio Dell imbroglio tra tanta povera gente onesta, che patisce la fame e sono anche onesti nel dichiarare il loro stato . Spero che intervenga la magistratura e zittisce l arroganza e l imbroglio di questi inetti della societa, e venga allargata la fascia alle persone oneste bisognose veramente. Vedo con piacere che questa redazione e’attenta a capire chi con i silenzi copre questo genere di tradizioni illegali. E non sono solo queste , tante altre misfatti, vedi custodi di monti sportivi che affittano il campo palmintelli con consumo di luce a carico di noi cittadini, tutto a nero E tutto illegale, con il silenzio di assessori e capi settore o posizione. Attenzione che siamo stanchi , ora basta spazio ai furbi. Grazie redazione x lo spunto .

  8. Indegna la violenza, omertoso il silenzio. Vergogna…Solidarietà piena all’Assessore e al Vigile Urbano.

  9. ….. e non dimentichiamoci che Caltanissetta è la città dell’assassinio del suo Sindaco Michele Abbate.

  10. La redazione ha ragione per quanto scritto. Innanzitutto solidarietà all’Ass.re Firrone e che continui per il rispetto della legalità. Gli atti di prepotenza manifestati e concessi sono intollerabili. Mi auguro che si condannino anche per gli atti di vandalismo commessi all’interno del Comune. Ritengo che molte responsabilità siano anche da chi è preposto all’ordine pubblico in quanto le intenzioni poco nobili si erano percepite nei giorni precedenti. Inoltre, e condivido quanto dice il Sig. Sindaco, se non gli spetta nessun aiuto economico , per tutte le motivazioni pubblicate, è giusto che si faccia rispettare e che non si molli a nessun atto di prepotenza. La fascia di persone senza reddito purtroppo si è ampliata a dismisura e pertanto diventa necessario applicare delle regole per far si che non si dia spazio alle persone prepotenti . Chiedo scusa, come cittadino , a Peppe Firrone per non essere stato vicino a lui in momenti cosi delicati.

  11. Caro editore hai toccato un nervo scoperto. Solidarietà’ significa perdere qualche voto. Poi se qualche amministratore onesto viene messo in condizioni di
    Arrendersi tanto meglio. Un ostacolo in meno per ripristinare lo status quo del pappa e ciccia che c’era prima. Per questo Campisi e’ antipatico a tutti.

  12. Poiché i lavoratori rmi erano accompagnati da un sindacalista della CGIL, sarebbe interessante sarete cosa pensano i dirigenti di quella organizzazione sindacale di questo fatto assai increscioso!
    Se l’assessore fosse stato di sinistra, apriti cielo!!!!!!
    Piena solidarietà all’assessore Firrone!

  13. l’opposizione sarà dispiaciuta dell’accaduto, in fondo gli RMI erano cosa loro.. toccava a loro prendere i pugni..

  14. Ma mi dumannu e’ possibbili ca sta munnizza acchiana finu au primu pianu senza ca nuddru cci dici nenti?Punnu aviri raggiuni,ma accussi’ nun si fa.U fattu du poviru Michiluzzu Abbati nun ha fattu mittiri giudiziu a nuddru.Assessu’,auguri e tirassi drittu ppa so strata e tecchia di viggilanza mittimuccilla au Comuni e all’Assessoratu.

    • Caro jurnataru Già si vede dal fatto che non ti qualifichi che persona sei. Premetto che non condivido nel modo più assoluto quello che hanno fatto i miei ( COLLEGHI ).
      Ma il fatto che ci chiami spazzatura tutti non lo condivido a fatto. Io credo che una persona intelligente non avrebbe offeso così tutti, come dice un vecchio detto non si può fare di tutta la legna un fascio.
      Medita e prima di mettere in moto le dita per digitare c….te usa il cervello ammesso e concesso che c’è l’hai

      • Se lei ha fatto una reale dichiarazione e non falsa e se lei chiede un confronto e non alza le mani, lei e’ il benvenuto, la munnizza e’ l ‘ opposto.se avete la coscienza a posto nessuno vi scambierà i ruoli. Stia tranquillo che la gente non e’ stupida e Sa distinguere.

        • Io lo grido ad alta voce che sono a posto ma soprattutto sono nei requisiti richiesti un’alta cosa ancora come vede io non nascondo la mia identità dunque questo dovrebbe farvi riflettere e prima di giudicare e offendere le persone informatevi bene dell’accaduto.
          Io lavoro come un mulo da quanto avevo 14 anni e per ironia della sorte sono finito qui in mezzo ai r.m.i. che non rinnego e sono orgoglioso di esserlo se lei è in grado di potermi offrire un lavoro che mi potrà garantire ai miei ultimi anni di poter vivere dignitosamente sono ben lieto di offrire il mio posto di lavoro a lei o chi crede che noi R.MI.I. viviamo nell’oro
          Saluti
          Mario Sanalitro

          • Grande Mariuzzo.. posso affermare che sei un grande lavoratore, non ti tiri mai indietro quando ti chiamiamo, non guardi l’orario di lavoro e fai anche + di quello che ti tocca fare. Fossero tutti onesti e lavoratori come te, questa categoria non avrebbe la nomina che si è fatta, dovrebbero ringraziare di avere un lavoro dignitoso invece di pretendere il “sussidio”, così si chiama lo stipendio e sentirsi autorizzati a non lavorare. Tu puoi camminare sempre a testa alta.

      • Mariuzzu ì diciva ppi cchiddi ca cafuddrannu a ccu travaglia e spascianu cosi di tutti, macari ca hannu raggiuni.Liggi prima d’offenniri…

        • Cumpà forsi u nammu caputu chiddu ca offinnì fusti tu pirchì tu dici sta munnizza e nu specifichi cu. tu scrivu in sicilianu vistu ca l’italianu nu lu capisci tu dissi na vota e tu ripetu prima di addumari i ita addumati u cervellu e quannu passi da chiazza nformati beni picchi i delinquenti nu su sulu no redditu minimu su a tutti banni o governu na pulizi ne carabineri nilli banchi e puru na chisa u capisti?

Comments are closed.