Museo mineralogico “Mottura”, è avvenuto il taglio del nastro

1

CALTANISSETTA – Dopo sei lustri è stato inaugurato il Museo Mineralogico, Paleontologico e della Zolfara “Sebastiano Mottura” che l’amministrazione provinciale, nella persona del commissario straordinario Damiano Li Vecchi,  ha affidato alla gestione del liceo scientifico tecnologico Its “Mottura”.  Alla consueta cerimonia del taglio del nastro, fra gli altri, erano  presenti il senatore e giornalista Emanuele Macaluso (ex-alunno dell’istituto), la parlamentare Daniela Cardinale,  i deputati regionali Gianluca Miccichè e Giuseppe Federico che da Presidente della Provincia ha avuto, tra mille problemi burocratici, un suo preciso  ruolo , monsignor Liborio Campione e Sergio Mottura, con il figlio Sebastiano, parenti dell’ingegnere Sebastiano Mottura, Comitati di quartiere e tantissimi nisseni. Gradevolissimo il colpo d’occhio offerto dai locali aperti al pubblico, nel comparto dell’edificio adiacente la scuola. Da vedere, i tanti minerali pregiati, rari e caratteristici di diverse epoche e tipologie; una porzione è riservata alla storia con murales raffiguranti la vita in miniera e la riproduzione su scala della miniera, con i suoi pozzi, la ferrovia, la gru, il minerale.


Foto di Michele Spena

1 COMMENTO

  1. Il Mu.Mi. Mottura è uno dei musei mineralogigi più ricchi d’Europa ne vale veramente la pena visitarlo. La cosa brutta è che se i nisseni vanno fuori a vedere i musei, pagano; se invece devono vedere i musei di Caltanissetta, non lo fanno perchè si paga. Io vi assicuro che ne vale veramente la pena. Tra l’altro noi ci autfinanziamo perche nessun ente pubblico, per ora, ha la possibilità di aiutarci economicamente se non offrendo il lavoro di impiegati che nel nostro caso sono stati della Provincia e della Soprintendenza ai beni culturali completamente gratutitamente evi assicuro che per me, lavorare con persone che hanno trovato ruolo di educatore nella mia vita, è stato veramente importante.
    Grazie al preside Vizzini, grazie al prof. Salomone, grazie all’architetto Amato, al geomentra Cottone, alla dottoressa Cavallaro, grazie all’ing. Brescia, grazie a Dio.
    Grazie a tutti non mi dimenticherò mai di voi e spero di poter lavorare nuovamente con ogniuno di voi per il continuo miglioramento del Mu.Mi Mottura: il museo mineralogico più bello del mondo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Comments are closed.