Curiosità: 25 anni per una sentenza, la Corte d’Appello nissena condanna il Ministero della Giustizia

0

CALTANISSETTA – La corte d’Appello di Caltanissetta, sezione civile, ha condannato il ministero della Giustizia al pagamento a un medico 64enne di Palma di Montechiaro (Agrigento) di 15.470 euro per l’irragionevole durata di un processo – oltre venticinque anni – che aveva visto lo stesso palmese contrapposto a una assicurazione e l’autista di un autocarro che, nel 1978, in un incidente stradale, lungo la Statale 115 aveva provocato quattro morti e altrettanti feriti. Il medico aveva subito gravissime lesioni e nel 1983 aveva chiamato in giudizio la compagnia di assicurazione e l’autista del mezzo davanti il Tribunale civile di Agrigento per il risarcimento dei danni. Il giudizio fu definito solo nel 2008 dalla Corte di Appello di Palermo, sezione civile, dopo 25 anni – 21 per il giudizio di primo grado e quattro per l’appello – con un risarcimento di poco meno di 21mila euro e la rivalutazione. Non soddisfatto, il medico ha deciso di promuovere davanti la Corte d’Appello di Caltanissetta, con il patrocinio dell’avvocato Girolamo Rubino, un giudizio per il risarcimento del danno morale subito per effetto dell’irragionevole durata del processo. I giudici di secondo grado hanno ritenuto fondato il ricorso e hanno condannato il ministero della Giustizia al pagamento in favore del medico di 15.470 euro oltre interessi legali, al pagamento delle spese processuali, liquidate in 1300 euro, disponendo anche la trasmissione del provvedimento al pg della Cassazione e alla Corte dei Conti.

Condividi