“Valore Mare”: SKERMA e Provincia per la valorizzazione del pescato nisseno

3

CALTANISSETTA – Venerdì 18 novembre, alle ore 11 nella sala della chiesetta San Biagio di via Palazzi a Gela, sarà presentato il progetto “Valore Mare: le risorse ittiche della provincia di Caltanissetta, tra pescato e presente”. L’iniziativa, realizzata dalla società Skerma in collaborazione con la Provincia Regionale di Caltanissetta, è promossa dall’Assessorato delle Risorse Agricole Alimentari, Dipartimento Interventi per la Pesca della Regione Siciliana.

Lo scopo è quello di valorizzare le produzioni ittiche siciliane e, in particolar modo, quelle del territorio della provincia nissena, realizzando un’azione di sensibilizzazione e divulgazione  sulla cultura e le tradizioni del mare e della pesca, con particolare riferimento al rapporto uomo-pesca-ambiente.

Per il raggiungimento di tale obiettivo sono stati prodotti un sito web dedicato all’iniziativa e un video/cortometraggio, interamente realizzato sul territorio di Gela. All’incontro verrà illustrato il sito web e proiettato il video/cortometraggio che, al termine, sarà distribuito in DVD ai partecipanti.

Condividi

3 Commenti

  1. ah bello, se si valorizza così il mare e la produzione ittica siciliana!!! ma quanto costa questo giochetto alla provincia lo troviamo sul sito? così giusto per gioire con chi in tempi di crisi sta facenbdo affari d’oro con comune e provincia come la professionalissima skerma che ha già venduto al comune di cl quindicimila euro di portale e settemila di mostra a palazzo moncada perfettamente inutili ai fini della valorizzazione locale.

    • Cercherò di soddisfare subito la richiesta del sig. mino (X), rassicurandolo sul fatto che la Provincia di Caltanissetta non ha uscito un solo euro per il progetto “Valore Mare” e che questo è stato realizzato grazie ad un bando, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale nel lontano 2009 dall’Assessorato delle Risorse Agricole Alimentari, Dipartimento Interventi per la Pesca della Regione Siciliana, al quale anche lui, se avesse voluto, avrebbe potuto partecipare.
      Il bando pubblico, chiaramente, vincolava i proponenti a sviluppare le proprie proposte all’interno del territorio siciliano e la Skerma, per senso di appartenenza e per amore nei confronti della propria terra, lo ha fatto su quello di Caltanissetta e, specificatamente, su Gela.

      Se il sig. mino (X) non lo sapesse, grazie al progetto Valore Mare è stato possibile anche effettuare un video/cortometraggio interamente girato a Gela. La sua divulgazione, oltre ad essere effettuata al grande pubblico tramite emittenti televisive, avverrà anche attraverso la distribuzione gratuita di 5mila copie in DvD, in fiere, nazionali ed internazionali, ed in eventi ai quali parteciperà la Provincia Regionale di Caltanissetta. Inoltre tra i giovani, verrà diffusa grazie ad incontri organizzati nelle scuole della provincia nissena, in collaborazione con la Capitaneria di Porto di Gela e l’assessorato provinciale alle Politiche del Mare, in modo da diffondere tra gli studenti l’importanza che ha la salvaguardia del mare e delle specie che lo popolano.
      Vorrei comunque ringraziare il sig. mino (x), che continuo a chiamare così perché ha ritenuto lui stesso non sottoscrivere le “cose” che dice, il quale “incolpando” la società Skerma di avere effettuato lavori per conto di enti locali nisseni, ha dato alla stessa la possibilità di parlare di sé.
      Faccio presente al signor x che la Skerma è una società attiva nel settore della comunicazione e dell’informazione da ben quindici anni, non ha mai usufruito di nessuna legge, tipo 488 o altra, paga regolarmente le tasse e dà lavoro regolare a quattro persone, senza considerare l’indotto, e si pregia di lavorare, oltre che con enti locali nisseni, anche con società tipo Telecom Italia S.p.A., Ferrovie dello Stato, Europcar, Cepu, Atahotels, Pernigotti, Averna, grappa Frattina, Microlink, Volare Airlines, Mobil Oil, BP lubrificanti, Hewlett Packard, Regione Sicilia, Porte Imic, Auto Europa, Blu Hotels, MOA Casa & Cose, Azienza Provinciale per il Turismo di Roma, Imag, Radio Centro Suono, svariate Banche e Farmacie, ecc. ecc., tutto chiaramente dimostrabile dai documenti contabili.

      Ma cosa le sto a raccontare caro sig. x, tanto questa è una storia antica quanto la nostra amata città, meglio criticare …piuttosto che fare.
      Grazie e buon lavoro

Comments are closed.