Prometteva posti di lavoro, arrestata l’ex segretaria di Speziale

0

Prometteva posti di lavoro in cambio di una lauta ‘ricompensa’ e vendeva biglietti aerei a ‘tariffe’ agevolate. Una trentina le truffe scoperte dai carabinieri, che hanno arrestato a Gela una donna di 33 anni Veronica Lavore. L’accusa per lei e’ di truffa aggravata continuata e millantato credito. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, infatti, la donna, che millantava amicizie con politici, magistrati e funzionari pubblici, contattava le proprie vittime e prometteva loro posti di lavoro al museo, sgravi fiscali nelle controversie con l’agenzia delle entrate, aggiustamenti di sentenze. Il tutto dietro il pagamento di somme variabili dai mille ai seimila euro. In alcuni casi non avrebbe esitato anche a vendere ai malcapitati falsi biglietti aerei telematici a tariffe agevolate. Le vittime una volta giunte al check- in scoprivano la truffa ed erano costrette a pagare un nuovo biglietto. Le truffe sono state messe in atto lungo un periodo compreso tra il 2007 e il 2010.

Condividi