Gela, uomo strangolato. Ex moglie e compagno respingono le accuse

0

“Non lo abbiamo strangolato”.Respinge le accuse Rosaria Nicosia, ex moglie di Calogero Lo Coco, morto ieri sera a Gela al culmine di una lite. La donna e’ stata arrestata dai carabineri, assieme al suo compagno, Gaetano Biundo. Ai due, entrambi di 38 anni, di Gela, sono stati concessi i domiciliari. Secondo la loro versione, Lo Coco si sarebbe recato nella villetta in cui vivevano per un chiarimento. Era ubriaco e nell’arco di pochi minuti sarebbe
scoppiata una lite. La vittima avrebbe tentato di aggredire i due che per difendersi avrebbero tentato di bloccarlo. Biundo teneva Lo Coco al collo, mentre la donna tentava di legargli le
mani con un cavo elettrico. A un certo punto, raccontano i due, Lo Coco non ha dato piu’ segni di vita e lo hanno adagiato sul
letto dove i carabinieri lo hanno trovato morto. Adesso sara’ l’autopsia ad accertare se si tratti di omicidio o di morte  naturale, come sostengono gli arrestati.

Condividi